George Floyd, cannabis e razzismo



Le proteste in USA dopo l’assassinio di George Floyd non accennano a placarsi: ci sono state manifestazioni in oltre 350 città di tutti e 50 gli Stati, mentre …

3 Comments

  1. Il razzismo relativamente a questo ultimo fatto su cui si accendono i riflettori dei media è un falso problema. Interroghiamoci piuttosto sull'autoritarismo e le sue manifestazioni violente da parte dei suoi servi (sbirri) nei confronti dei cittadini indipendentemente dal fatto che siano neri o bianchi. Ci stanno nuovamente chiudendo in gabbie mentali orientando l'attenzione dove viene favorita la divisione tra i bianchi che sarebbero i razzisti ed i neri che non mi risulta siano meno razzisti dei bianchi. Detto questo i bianchi dovrebbero porre rimedio allo scempio disumano di cui si sono macchiati nella storia e nel presente per esempio in Africa ma ridurre tutto ad una questione di razzismo è l'ennesima catena con la quale il potere mediatico ci porta al guinzaglio. Datemi pure del complottista ma quando i media concentrano l'attenzione su un punto bisogna andare a cercare a che scopo lo stanno facendo

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*